5 Motivi per cui Berlusconi doveva farsi arrestare

Silvio BerlusconiDopo quasi dieci anni di indagini e numerosi rinvii la sentenza della Corte di Cassazione ha messo la parola fine ad uno dei processi più discussi degli ultimi anni.

E’ il 1 Agosto 2013 quando, accogliendo le richiesta della Procura, Silvio Berlusconi viene condannato in via definitiva a quattro anni di reclusione per frode fiscale, nell’ambito del processo sulla compravendita dei diritti televisivi Mediaset.

Tre sono coperti da indulto, l’anno residuo deve essere scontato agli arresti domiciliari o con l’affidamento ai servizi sociali. Ed è qui che arriviamo ai giorni nostri.

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano, al quale era stata affidata la decisione, ha concesso la pena alternativa : l’affidamento per un anno ai servizi sociali presso un un centro per anziani a Cesano Boscone (Milano) della Fondazione Sacra Famiglia. Pena che potrebbe ridursi a dieci mesi e mezzo se l’ex premier riuscirà ad ottenere uno sconto.

Pena alternativa che era stata proposta dal P.G. e richiesta dagli avvocati difensori di Silvio Berlusconi.

La decisione era ampiamente prevista (non è un fatto nuovo in Italia), tanto che nei giorni scorsi il sostituto P.G. di Milano, Antonio Lamanna, nel dare parere favorevole all’affidamento ai servizi sociali per Silvio Berlusconi, ha anche fatto presente che, stando a quanto prevede la legge, l’affidamento potrà essere revocato se l’ex premier, come suo solito, dovesse diffamare i singoli giudici.

Un avvertimento? Sicuramente si. Una sconfitta per Berlusconi? Anche. 

Leggi tutto5 Motivi per cui Berlusconi doveva farsi arrestare